2009 – 2010

Nel 2009 l’INDONESIA viene scelta come Paese ospite d’onore del 29° Festival e la coordinatrice della delegazione Sari Madjid riesce a portare a Cervia un eccezionale gruppo di 32 maestri dell’aquilone, danzatrici e musicisti provenienti da Bali, Java, Jakarta e Sud Est Sulawesi.

 

Nel 2010 ARTEVENTO celebra i 30 anni del Festival. Per l’occasione, una grande tenda da circo fa da cornice ai festeggiamenti che culminano nel travolgente ritmo swing del concerto di The Goodfellas, mentre molti artisti, coordinati da The Kiteman Malcolm Goodman, organizzano una sorpresa per Claudio Capelli: ogni ospite in possesso di uno dei suoi aquiloni dipinti, “ritratti per volare”, si presenta senza preavviso sul campo delle esibizioni, pronto al volo. Capelli è commosso: decine di sue opere, appartenenti ormai a collezioni di tutto il mondo, volano insieme nel cielo del festival, celebrandone l’organizzatore attraverso una estemporanea retrospettiva della sua opera di artista del vento.

 

Molti degli stessi aquiloni dipinti faranno poi parte, nel Settembre dello stesso anno, della mostra personale “Les Oeuvres Cerf-volant” de Claudio Capelli, attraverso la quale la Città di Dieppe, in occasione del 15° Rencontres Internationales de Cerf-Volant, omaggia i 30 anni del festival di Cervia, e l’opera artistica del suo ideatore.
Dalla 30a edizione le illustrazioni di Caterina Capelli campeggiano sui manifesti del Festival Internazionale ARTEVENTO, contribuendo a renderne più sognante lo spirito.

 

 

 

 

Nelle foto, dall’alto: la delegazione indonesiana, gli aquiloni dipinti di Claudio Capelli sulla spiaggia di Cervia e in mostra all’Hotel de Ville di Dieppe e l’artista americano John Pollock.