1986

La sesta edizione del festival è contrassegnata dal Premio speciale per meriti di volo assegnato a Tonino Guerra per aver scritto, insieme a Michelangelo Antonioni, la novella “L’Aquilone”.

 

 

 

 

 

In quello stesso anno il respiro internazionale del festival aumenta e Claudio Capelli, a sua volta, non solo accompagna Medio Calderoni al Festival di Fredrikstad (Norvegia), che dedica una retrospettiva all’anziano aquilonista ravennate, ma organizza anche il primo evento in una location diversa da Cervia, un volo di aquiloni per conto della Marina Militare Italiana a Cefalonia, in Grecia.

 

 

Nelle foto, dall’alto: il belga Renè Wautier testa il sollevamento umano col suo grande parafoil sulla spiaggia di Cervia; Teruaki Tsutsumi con un aquilone rokkaku; i Norvegesi Egil Syversen  e Terje Westfoss osservano lo storico Peter Lynn box kite e Claudio Capelli e Teruaki Tsutsumi, ospiti insieme del Festival di Fredrikstad in Norvegia.